Fioritura della lavanda in Italia
Italia,  Natura

NATURA – Fioritura della lavanda: dove vederla in Italia

Le strade della lavanda non si trovano solo in Provenza, anche in Italia ci sono luoghi dove è possibile ammirarne la fioritura. Vediamone insieme alcuni.

Immagine Pinterest
Dove vedere la fioritura della lavanda in Italia? – Salva questo articolo su Pinterest

LA LAVANDA A DEMONTE

Iniziamo il nostro viaggio attraverso la route de la lavande partendo dalle zone d’Italia che confinano con la Provenza. Tra metà Ottocento e Novecento, i campi di lavanda erano fonte di guadagno per gli abitanti della Valle Stura, che raccoglievano questi importanti fiori blu per ricavarne olii essenziali. Ancora oggi a Demonte, un affascinante borgo in provincia di Cuneo sorto prima dell’anno Mille, si trova l’Antica Distilleria Rocchia che già dall’Ottocento utilizzava particolari processi di distillazione attraverso l’utilizzo del vapore.
Raggiungete il chilometro 16 sulla statale 21, che si dice sia il punto migliore per ammirare la fioritura della lavanda, chiamata anche “izòp” in occitano, percepitene il profumo e poi tornate a Demonte, per perdervi tra i suoi portici, le stradine in pietra e il verde della Valle, vivendone la sua storia millenaria.

NON SOLO ERBE A SALE SAN GIOVANNI

Nelle colline di Sale San Giovanni, ogni estate la natura regala uno spettacolo mozzafiato: distese dalle sfumature del viola, indaco e bluette. Campi di lavanda in fiore, ma anche camomilla, salvia, timo, melissa, finocchio e issopo che ondeggiano al vento creando un tripudio di colori. Spettacolo che questo piccolo borgo di circa 170 abitanti, ha trasformato in festa. A fine Giugno si svolge infatti “Non Solo Erbe”, importante fiera regionale delle piante officinali e delle erbe aromatiche. Qui potete trovare la cartina turistica con i vari sentieri e punti di interesse: un programma ricco di eventi, con cene profumate ai fiori di lavanda, laboratori, esposizioni e visite guidate alla scoperta di coltivazioni e monumenti di questo antico paesino.

Fiori di lavanda

LUNGO LE ALPI MISTICHE

Le Alpi Mistiche rappresentano il territorio montano della Liguria di Ponente, tra i comuni della provincia di Imperia, nascosti tra le rocce a picco sul mare. In queste zone la coltivazione della lavanda prosegue da generazioni e in estate, periodo della fioritura, vengono organizzate feste e manifestazioni in molti borghi.

  • A Taggia la terza domenica di luglio avviene la raccolta della lavanda, simbolo di purificazione, in onore anche di Santa Maria Maddalena che, secondo una leggenda, prima di arrivare in Provenza aveva riposato tra i boschi di questo paese;
  • A Colle di Nava, valico che unisce Imperia al Piemonte, la raccolta e distillazione della lavanda dura da oltre cento anni. Anche qui la prima domenica di Luglio si svolge la “Festa della Lavanda”.

Sul colle di Nava, vicino alle stelle / le cose son belle, le cose son belle. Il colle di Nava fragrante ti manda / profum di lavanda, profum di lavanda”

– strofa di una vecchia pubblicità
  • Famosi per la distillazione dell’olio di lavanda erano anche gli antichi borghi di Carpasio, Pietrabruna, Rocchetta Nervina, Dolcedo, Cosio, Rezzo, Armo, Cosio di Arroscia, quest’ultimo denominato Borgo del Benessere e in cui si trova il Museo delle Erbe.
Piantagioni di lavanda

LA STRADA DELLA LAVANDA

Lungo i monti di Romagna si snoda la“Strada della Lavanda”, un percorso suggestivo che, tra aiuole fiorite di lavanda e scorci sulla valle, unisce i borghi di Fontanelice con Casola Valsenio e Zattaglia. Percorrendo questa strada si arriva anche nel “Giardino delle Erbe Officinali”, primo in Italia, dove è possibile passeggiare tra i colori e i profumi intensi delle piante aromatiche e ammirare 20 varietà di lavanda.
A Casola Valsenio, inoltre, il 28 Giugno si svolge la Notte Viola con mercatini, visite ai produttori di lavanda del Giardino, dimostrazioni di tintura naturale e intrattenimenti musicali.

Continuando sulla strada della lavanda, si arriva a Brisighella, uno dei Borghi più belli d’Italia che sorge alle pendici dell’Appennino tosco-romagnolo. Il paese è formato da tre colli sui quali sorgono la Torre dell’Orologio, l’imponente Rocca Manfrediana e il Santuario di Monticino.

LA LAVANDA DEL CHIANTI

Il viaggio lungo le vie di fioritura della lavanda in Italia continua in Toscana, tra i Colli Senesi e la Maremma. Il clima e la conformazione del terreno ne rendono possibile la coltivazione, soprattutto sulle colline di Fonterutoli, dove nasce la famosa lavanda del Chianti, a 600 mt. d’altezza. Solo quando le api abbandonano i fiori lilla e blu, segno che sono maturi, avviene la tradizionale raccolta a mano. Proseguite poi verso Civitella Marittima, un borgo arroccato in collina e anche qui, perdete lo sguardo sulle distese viola di lavanda di maremma, che viene utilizzata per produrre olii essenziali, cosmetici, saponi naturali e profumi per la casa.

Fioritura della lavanda

TUSCANIA

A sud del lago di Bolsena, in provincia di Viterbo, sorge il suggestivo borgo di Tuscania. La Tuscia è infatti uno dei maggiori produttori di fiori di lavanda biologica. Immense e profumate distese, che vengono celebrate ogni anno a fine Giugno con la Festa della Lavanda: visite guidate, stand gastronomici e dimostrazioni sui metodi di raccolta e utilizzo rendono omaggio a questo fiore curativo.

Distese coltivate dai toni viola, lilla e blu attirano ogni anno centinaia di turisti che, tra fine Giugno e Luglio, si mettono in viaggio per poter ammirare la splendida fioritura della lavanda, famosa nelle terre di Provenza.
Una pianta dalle molteplici qualità, che fiorisce tra la fine della primavera e inizio estate: i suoi fiori e oli essenziali vengono utilizzati per i poteri calmanti, antinfiammatori, antisettici e disinfettanti, senza tralasciare i sorprendenti usi in cucina.
È interessante, e imperdibile, scoprire una strada della lavanda in Italia: affascinanti borghi medievali che portano avanti da generazioni le antiche tecniche di coltivazione e lavorazione per produrre cosmetici e saponi dall’inebriante profumo di lavanda.

Conoscevi questi luoghi? Aspetto di ricevere i tuoi commenti.

Nella sezione IN REGALO troverai la lista con i luoghi da visitare per ammirare la fioritura della lavanda in Italia con in più la mappa, da scaricare o visualizzare direttamente su Google Maps. Per accedere avrai bisogno della password che hai ricevuto, iscrivendoti alla Newsletter.

NON SEI ANCORA ISCRITTO? RIMEDIA SUBITO! 😉

Condividi:

Sono Nadia, amo passeggiare tra le stradine di borghi poco conosciuti e ascoltare storie di viaggi che poi racconto in questo spazio virtuale che è "Get in Globe".

15 commenti

  • Cristina

    Ci credi che ero alla ricerca di articoli sulla lavanda in Italia? il tuo cade proprio a “cecio”, che bello!
    Ho avuto la fortuna di assistere alla fioritura della lavanda in Provenza e mi è tornata nostalgia e non potendo ripartire per la mia adorata Francia pensavo di fare una capatina in Italia. Ho appuntato i luoghi in Toscana, speriamo di riuscire ad andarci!!!

  • Ilaria Fenato

    La Provenza è sempre stata un piccolo sogno e vorrei portarci anche mia mamma. Nell’attesa possiamo “ripiegare” su questi bellissimi luoghi a pochi passi da casa. Bellissimo articolo!! *_*

    • Nadia

      Sto scoprendo tante coltivazioni di lavanda anche qui a Jersey, ho avuto l’occasione di visitare una piccolo laboratorio di estrazione degli olii essenziali. Che meraviglia.

  • Valentina

    Che meraviglia la lavanda 🙂 Due anni fa ho ammirato la fioritura della lavanda nel lavandeto di Assisi (una bellissima scoperta). Quest’anno, invece, sono riuscita ad organizzare all’ultimo una fuga in provenza (sono rientrata stanotte). Sono rimasta affascinata dai vasti filari lilla e blu che caratterizzano i campi francesi… una meraviglia per gli occhi e per l’olfatto: che profumo!!!

  • Dani

    Adoro la lavanda, sia per il profumo che per il colore. Questo itinerario alla scoperta delle coltivazioni di lavanda sarebbe bellissimo per me.

  • MARTINA BRESSAN

    Anni fa sono stata in Provenza per la fioritura della Lavanda, ed è stato bellissimo, molto interessante sapere che questa si possa osservare e “vivere” anche in Italia.
    Dev’essere bellissimo partecipare all’evento “Non Solo Erbe” presso le colline di Sale San Giovanni, tra lavanda, camomilla, timo… chissà che panorami e che profumi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *